La Zootecnia si occupa dello studio dell'allevamento e di ciò che esso significa economicamente e socialmente per l'uomo. Negli Istituti Tecnici Agrari, attraverso un percorso triennale, la disciplina zootecnica dovrebbe far comprendere agli studenti la pratica dell'allevamento stesso partendo dalle sue basi:

Vacca sospettosa

  • biologia,
  • anatomia e fisiologia,
  • riproduzione,
  • selezione e miglioramento genetico,
  • nutrizione e alimentazione del bestiame,
  • specie e razze allevate,
  • tecnologie, impianti, tipologie degli allevamenti e tecniche adottate,
  • coltivazioni foraggiere necessarie,
  • prodotti zootecnici e loro caratteristiche tecnico-economiche.

La disciplina è insomma molto vasta ed in continua evoluzione, e non sono oramai certamente sufficienti le tre ore medie settimanali che sono ad essa dedicate nel curriculum del corso di studi di un Istituto Tecnico Agrario. Tale scelta risale infatti a quando la zootecnica era nient'altro che un insieme di norme pratiche e di conoscenze generali molto superficiali.

Basterà ricordare ciò che tutti abbiamo avuto modo di apprendere con sgomento negli ultimi decenni (dalla lotta alla TBC, alle carni agli ormoni fino al morbo della mucca pazza e all'influenza aviaria) per comprendere che soltanto una conoscenza non superficiale della fisiologia degli animali, delle tecniche e delle pratiche adottate negli allevamenti e nella produzione degli alimenti può ricondurci sulla strada di una produzione zootecnica sana e priva di rischi sanitari e ambientali.

pecora sarda con agnello

Non dimentichiamo, per concludere, che le crescenti preoccupazioni verso il cambiamento climatico globale (global warming), verso la sostenibilità ambientale delle produzioni agro-zootecniche e il dibattito relativo a un'alimentazione sana e non eccessiva e sprecona, pongono domande e problemi anche al mondo dell'allevamento, che non di rado tende, a torto, a considerarsi estraneo a tali problematiche.

In questo sito web troverete materiali disponibili per la consultazione e il download, questi ultimi dalla pagina "DOWNLOAD" del menu in alto o dalla voce di menu "MATERIALI" del menu a sinistra. I file sono in pdf, raggruppati per categorie relative all'argomento di cui trattano.

Tutti i file e gli ipertesti su questo sito web sono consultabili liberamente; la registrazione non è necessaria, salvo che per alcune funzioni o per scaricare alcuni dei documenti o delle presentazioni di interesse più specifico. È invece sempre necessaria l'esplicita approvazione dei termini della licenza Creative Commons per scaricare e utilizzare immagini, testo e documenti pdf (salvo che per alcune immagini ormai in pubblico dominio). Per fare ciò, al momento del download dovrete cliccare la casella di approvazione "Accetto i termini della licenza".

Dopo l'eventuale registrazione, facendo il "Login" saranno disponibili tutte le funzioni riservate agli utenti.

Registrarsi è semplice: lo si effettua dal riquadro "LOGIN E REGISTRAZIONE" sulla colonna di sinistra; si fa click su "Registrati" e nella finestra successiva si inseriscono NOME E COGNOME (così per ogni contatto saprò di chi si tratta) nella riga "Nome" e un Nickname (nome utente) a scelta nella riga "Nome utente"; poi si sceglie la password, che bisogna annotarsi, ma soprattutto è necessario inserire un indirizzo email valido per ricevere il link di conferma.

Infine bisogna superare il piccolo test "recaptcha" destinato a bloccare gli accessi indesiderati (facendo eventualmente più tentativi). Al termine, ricevuto il link via email, basterà fare click su di esso, per portare a termine la registrazione e avremo concluso.

Se si dimenticano il nome utente o la password, procedere in questo modo:

sotto la casella di "LOGIN E REGISTRAZIONE" fare click su "Nome utente dimenticato?" o "Password domenticata?" e, nella finestra successiva, inserire l'indirizzo email utilizzato alla registrazione. Se si è dimenticato tutto bisogna iscriversi da capo, ma non si potrà usare lo stesso indirizzo e lo stesso nome utente già utilizzati.

Forse potranno esserti utili i programmi elencati di seguito.

7Zip
7Zip
è ideale per gestire cartelle compresse ZIP (nella pagina di 7Zip scegliere la versione 32 o 64 bit, se non sai qual'è quella giusta dovrebbe andar bene la 32-bit x86)


Adobe Reader
per leggere i file PDF, oppure

Foxit Reader, piccolo e leggero (scegliere la versione in italiano)

Libreoffice
Libreoffice
, pacchetto gratuito e open source per testi, calcoli, presentazioni e disegni.

Questo pacchetto office legge e scrive tutti i tipi di documenti, compresi quelli Microsoft Office (doc\docx, xls\xlsx, ppt\pptx, rtf, odt, etc.), esporta documenti come pdf e altro ancora. Personalmente consiglio Libreoffice rispetto al successivo Openoffice per maggiore compatibilità con Office di Microsoft.

Apache OpenOffice
Apache OpenOffice.org
è un altro pacchetto gratuito e open source simile al precedente.

Joomla templates by a4joomla