Negli animali di interesse zootecnico, praticamente tutti vertebrati (escludendo gli allevamenti particolari come apicoltura, elicicoltura e lombrichicoltura) e in gran parte mammiferi, l'apparato locomotore è quello che consente i movimenti da un luogo a un altro (loco-mozione) ma anche i movimenti a raggio minore, come quelli per il decubito (la posizione dell'animale coricato) e altri relativi a singole parti o organi: la coda, il collo e la testa, uno o più arti, le ciglia, le labbra, etc.

L'apparato locomotore è costituito dalla somma di sistema muscolare e sistema scheletrico (lo scheletro). Il primo è piuttosto complesso (centinaia di muscoli) e il suo studio approfondito richiederebbe tempi lunghi e sforzi mnemonici notevoli; viene pertanto generalmente trattato in modo superficiale, e qui lo si tralascia interamente. Lo scheletro, invece, lo si studia un po' più attentamente, dato che su di esso ci si basa anche per molti aspetti dello studio morfologico e della valutazione del bestiame.

Scheletro di capraLo scheletro è costituito dall'insieme di ossa e giunture o articolazioni. Le prime sono degli organi costituiti prevalentemente da tessuto osseo, con piccole quantità di tessuti di altro tipo; ne esistono di lunghe, corte e piatte, classificazione che riguarda non tanto la forma quanto la struttura.

Lo scheletro è suddiviso in diverse parti: testa (distinta in faccia e cranio), colonna vertebrale (distinta ulteriormente nelle seguenti porzioni: cervicale, toracica, lombare, sacrale, coccigea), gabbia toracica (coste e sterno con le vertebre toraciche), arti toracici (anteriori), arti pelvici (posteriori). Qui accanto, la fotografia di un vero scheletro di capra (foto di Museum of Veterinary Anatomy FMVZ USP / Wagner Souza e Silva [CC BY-SA 4.0 - http://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0], via Wikimedia Commons); fai click sullo scheletro per ingrandirlo.

Schema di giuntura mobile (Diartrosi) (immagine modificata da Wikimedia Commons)
Diartrosi. Immagine modificata da Wikimedia Commons
orig. upload by sunshineconnelly at English Wikibooks
[CC BY 3.0 creativecommons.org]
click per ingrandire

Le articolazioni o giunture sono strutture formate da capsule e legamenti, che servono per tenere le ossa vicine nella giusta posizione, e da un liquido lubrificante; questo insieme consente il movimento reciproco delle ossa interessate dall'articolazione ma, al tempo stesso, ne impedisce il contatto diretto durante il movimento, evitandone l'erosione e il consumo.

Nella figura accanto, una tipica articolazione mobile, detta Diartrosi: due epifisi ossee tenute in posizione dalla capsula, che le circonda come un manicotto, e separate dal liquido sinoviale; completano la struttura i legamenti, fettucce connettivali che trattengono le estremità ossee.

Nella pagina seguente, i disegni degli scheletri di alcune specie potranno permettervi di esercitarvi sul nome delle ossa. Nelle mie terze questo tipo di esercizio funge da verifica e valutazione sull'apparato scheletrico degli animali.

Vedi anche:

Anatomy and Physiology of Animals/The Skeleton su Wikipedia (in Inglese)

Joomla templates by a4joomla